Come fare aerei di carta

Aereo di carta istruzioni
Hai sempre amato l’art & craft ? Vuoi sapere come fare veri aerei di carta che volano per le camere della tua casa o del tuo ufficio o della scuola (sempre se te lo permettono)? Posso rassicurarti che sei sul sito internet giusto! Attenzione però a lanciarli all’aria aperta in una giornata ventosa, il mio consiglio è quello di costruirne un parecchi così da fare una scorta nel caso vadano giù come un sasso e con la punta piegata, ricorda è sempre un aereo di carta e non un Boeing 747 o un Dc3 costruito interamente in alluminio e in acciaio, ma questa volta il materiale un tantino più leggero del solito, un semplice foglio di carta che potrà essere di qualsiasi colore, ma di spessore non troppo grande altrimenti per il peso non è conveniente,  solo la tua abilità nel lanciarlo ti farà essere un vero pilota ( magari diventerai così bravo che potresti essere assunto in qualche compagnia aerea ) .Quando ero bambino ed ogni volta che il mio aereoplanino faceva questa fine disatrosa correvo da mia madre piangendo ininterrottamente al tal punto che mio padre doveva urgentemente costruirmi un aereo di carta record altrimenti avrebbero sentito il mio pianto per almeno due giorni.

Ma adesso torniamo a noi e vediamo come costruire un aereo di carta, ti bastano soltanto dieci minuti di attenzione e ritagliarti un pò di tempo per imparare questa bellissima arte dell’origami, non perdiamo altro tempo e continua a leggere.

Indice

Aerei di carta da stampare e costruire

Adesso vediamo come si fanno gli aerei di carta , quello che andremo a creare oggi non  fa parte della categoria aerei di carta acrobatici , ma partiremo dalla base perché una volta imparato questo modello ne potrai costruire di più sofisticati, quindi il materiale che ci servirà sara un bel foglio di carta A4 comunemente usato nelle stampanti o nelle fotocopiatrici, questo è il formato standard molto facile da reperire e misura 210×297 mm ovvero un foglio A4 è di dimensione in cm 21×29,7, invece come attrezzo per la fabbricazione al posto di chiodi martello o trapano useremo le nostre fantastiche mani.

Foglio A4

Entriamo nel cuore della spiegazione e stendiamo su una superficie completamente liscia e piana il foglio A4 che ti ho menzionato prima, verifichiamo bene che non ci siano piegature e che gli angoli siano perfettamente stirati e privi delle famose “orecchiette”. Mi raccomando a non avere le mani umide se le avete lavate da poco accertatevi di averle asciugate bene altrimenti lo appesantirete.

Pieghiamo il foglio a metà

Il primo step è prendere i due angoli lunghi del nostro foglio A4 unirli perfettamente in modo tale che i due angoli risultino corrispondenti senza sbagliare nemmeno di un millimetro, il solo piccolo errore anche di mezzo millimetro può far si che il vostro aereo venga piegato male e di conseguenza si creerà una disastrosa aerodinamicità e dopo non date la colpa all’ aereo di carta tutorial.

Una volta piegato perfettamente il foglio di carta in due parti uguali sul lato lungo con una leggera pressione, utilizziamo soltanto due dita (pollice e indice) fate scorrere più volte per tutta la lunghezza del foglio per far si che le due parti si uniscano perfettamente, attenzione a toccare i bordi del foglio che sono più taglienti di una lama se vi capita di scorrere velocemente un dito al di sopra, diciamo la verità quante volte vi è capitato? A me tantissime , rischiando a volte di perdere anche una falange.

Doppia piegatura

Ripetete la stessa operazione una seconda volta, questa volta però rigirando il foglio dall’altro lato e ripiegando sempre sul verso del lato lungo già piegato in precedenza del foglio A4 e sempre con due dita ripassare la piegatura varie volte, assicurandosi di non far aprire il foglio con l’effetto di memoria della forma.

Piega degli angoli

Una volta terminata la piega principale entrambi i lati, giriamo il foglio sul dorso cioè sul lato opposto dove abbiamo precedente creata la prima piega, ora prendiamo l’angolo sinistro e facciamo una piega verso il centro come è visualizzato sopra nella fotografia.

La stessa operazione va fatta sull’angolo destro, in questo modo stiamo dando una forma alla punta e cioè la parte anteriore del nostro aereo di carta, questa parte dell’aereo è la parte più importante del nostro modellino aerodinamico in quanto detterà la direzione esatta di quando l’aereo verrà lanciato.

La parte anteriore

Il consiglio da darvi quando siete in questa fase del tutorial, è quello di creare la punta quanto più rigida possibile in modo da direzionare al meglio l’aeromodello, un accorgimento scontato almeno per quanto riguarda me è quello che se lo lanciate verso altre persone di fare molta attenzione agli occhi, sarà anche un aereo di carta ma con una punta così rigida si rischia di farsi davvero male.

Doppia piega della punta

Dopo aver creato la precedente forma anteriore, segui i primi passi di questo tutorial per ripetere la stessa operazione fatta agli angoli e ripiegarli ancora una volta sempre su se stessi, così adesso sarà ancora più robusta. Sembra abbastanza macchinoso, ma ti posso assicurare che questo tutorial è davvero un gioco da ragazzi, molto semplice, vedrai che dopo aver seguito i miei consigli sarai capace di creare tantissimi modelli e in mille modi diversi, devi solo dare sfogo alla tua fantasia, ma torniamo a noi due e segui le successive fasi del mio tutorial.

Ora che hai appreso come rendere più forte questa parte importante ed essenziale, basta ripetere ancora una volta la seconda fase che ti ho spiegato poco fa, ma questa volta rigirando l’aereo così puoi ripiegare esattamente come illustrato nella foto il lato opposto.

Le ali

Una volta congiunte le due parti che adesso hanno una chiarissima forma e stiamo parlando delle cosiddette ali, presta molta attenzione alla parte interna dell’ala che dovrà combaciare perfettamente con l’ala del lato opposto. Controllate bene che le parti interne siano perfettamente parallele alla linea di piegatura creata in precedenza al centro del nostro foglio.

A questo punto una volta completata la forma, non ci resta che unire le due parti facendo attenzione nel combaciare con la massima precisione gli “spoiler” posteriori se vogliamo chiamarli così, mi piace inserire qualche parole o termine con l’accento americano, scusate questa parentesi e torniamo noi.

Quindi adesso siamo a metà strada, ricapitolando, le ali le abbiamo terminate e gli abbiamo dato la giusta aerodinamicità lo stesso vale per la parte anteriore la cosiddetta punta, anzi io direi che se ci attacchiamo un pezzettino di tape o scotch o addirittura il tipico nastro isolante potremmo renderla ancora più resistente, però attenzione a non esagerare perché così potremmo spostare di troppo il baricentro in avanti con la conseguenza che quando il nostro aereo spiccherà il volo dopo pochissimi metri lo vedremo puntare il suolo, quindi attenzione basterà un pezzettino di tape di massimo 1 cm da avvolgere attorno alla forma conica.

Prendiamo adesso con molta attenzione il nostro aeromodello con due mani e le ali chiuse in maniera tale che si tocchino tra di loro con la parte interna. Ora prendiamo una sola ala e pieghiamola verso la base così da creare una linea di piegatura lunga tutto l’aereo e sempre con indice e pollice facciamo pressione sulla curvatura con decisione e ripassando sempre due o tre volte le dita stabilizziamo l’apertura alare e facciamo in modo che non prenda una memory form e che resti saldatamente chiuso.

Aereo completato

Adesso non ci resta che riaprire le ali e mantenerle in posizione parallela, per essere sicuri di aver fatto un buon lavoro, prendiamo la nostra creazione guardiamola dal lato posteriore dovremmo notare una forma a T composta dal lato basso che sarà il corpo del nostro aereo ed invece il lato superiore composta dal gruppo di ali, quindi ora non ci resta che fargli spiccare il primo volo in giro per la nostra stanza o il nostro giardino , esattamente prendiamolo con due dita ad una distanza di due o tre centimetri dalla punta che guarda la direzione da noi scelta il nostro braccio dovrà essere la nostra catapulta di lancio quindi dovremmo avere con il nostro braccio ed avambraccio la forma di un angolo di 60°, puntiamo la direzione spingiamo con fermezza facendo uno scatto l’avambraccio per circa 15 centimetri e lasciamo planare il nostro nuovo aeroplano.

Ora sei pronto per costruire quanti più aerei tu possa immaginare, questo è un tutorial per aerei di carta facili, ma in giro per la rete puoi trovare tantissimi altri siti dove ti spiegano come poter realizzare tanti modelli e aerei di carta velocissimi. Questo che ti ho spiegato fino adesso è molto semplice da costruire, ma ce ne sono altrettanto molto complessi, ma ricordati che la base per la realizzazione di un modello anche se complicato è proprio questa qui che hai seguito fino adesso.

L’arte dell’origami è una vera è propria arte orientale, se ti appassiona esistono tantissimi libri di famosi artisti Giapponesi tra cui uno dei più conosciuti è Akira Yoshizawa è una famosissima artista che crea dei modelli meravigliosi con un solo foglio di carta, io la definirei una vera e propria maga della carta, che da un semplice foglio di fa apparire ad esempio una perfetta rosa con tanto di gambo e spine solo piegando e ripiegando, davvero fantastica.  Spero ti sia piaciuto questo tutorial e se è stato di tuo gradimento condividilo sui tuoi social preferiti. Alla prossima!